La storia di Gretchen (parte 1)

08 Marzo 2017 Commenti

Questa è una storia di testo che ho scritto io (JS) :)

Gretchen era seduta sul letto. Era tardo pomeriggio. Le finestre della sua stanza al 17 ° piano dell'hotel Mandarin le davano una splendida vista su Singapore. Gretchen indossava una canottiera bordata di bianco e nero e boxer rossi. Ai suoi piedi c'era un grosso manubrio che aveva appena usato per i bicipiti.

Gretchen era un bodybuilder. Aveva 25 anni e aveva iniziato ad allenarsi a 16. Quasi dieci anni di allenamento quattro volte a settimana si erano tradotti in un corpo potente - un corpo che amava, anche se la maggior parte dei ragazzi avrebbe pensato che fosse troppo muscolosa. Ma chi se ne frega di quello che pensavano. Quella era sempre la reazione inespressa di Gretchen. Non sarebbe comunque con un ragazzo che non apprezzava i suoi muscoli. E poi era più forte di tutti quegli idioti ottusi.

Questo è ciò che contava: forza e muscoli. Nient'altro importava. Il bodybuilding era ciò per cui viveva Gretchen. Ancora seduta sul letto, allungò la gamba destra, le dita dei piedi piegate verso l'interno, e guardò la forma dei suoi grossi polpacci e, sopra, enormi cosce con grandi quadricipiti.

Ha flesso e sciolto i polpacci, poi le cosce. Le sue gambe sembravano tronchi d'albero ed erano altrettanto forti, anche se potenzialmente potevano essere un po 'più grandi di loro. Da tempo aveva smesso di esercitarli e di costruirli troppo. Man mano che era cresciuta negli anni, era stata costretta a scartare un capo dopo l'altro. In quel momento, aveva un paio di pantaloni che le piacevano davvero, e quindi evitava di crescere nelle gambe, cosa che altrimenti sarebbe stata abbastanza facile da fare. Anche se la constatazione che un paio di jeans non le andava più bene perché era diventata troppo grande le dava sempre una sensazione di successo, non poteva permettersi di comprare molti vestiti nuovi ogni sei mesi circa.

Gretchen le ha picchiato la coscia con il pugno un paio di volte ed è stata soddisfatta della sua durezza. Quindi accarezzò il muscolo quadricipite e mosse la mano in alto, in alto, sopra gli addominali. C'era un six pack solido e duro come la roccia di cui era piuttosto orgogliosa.

Tracciò il dito più in alto, lo lasciò passare sul seno destro sodo e poi sentì i pettorali sopra di esso. Erano solidi. Li lasciò ballare, prima a sinistra, poi a destra, e pensò di nuovo a quanto fosse incredibile che potesse muovere i muscoli che la maggior parte degli uomini aveva a malapena.

Quando il dito le passò sopra la spalla e sentì di nuovo quanto fosse grande, un lieve gemito di eccitazione sfuggì dalle labbra di Gretchen. Spesso si eccitava un po 'guardando o toccando i suoi stessi muscoli. Come poteva non farlo: erano così grandi e così forti, e questo era eccitante.

Ma ovviamente erano i suoi bicipiti il ​​suo orgoglio. A 42 cm, ha surclassato la maggior parte degli uomini. Tracciò la grande vena che le attraversava il bicipite destro e gemette di nuovo. Le sue pistole erano pompate e anche il resto del suo corpo era in gran forma. Aveva appena trascorso tre ore nella palestra dell'hotel (che era in aggiunta al suo allenamento mattutino, dove aveva fatto flessioni, trazioni e addominali - più di quanto la maggior parte degli uomini potesse mai sperare di fare). Oggi, proprio adesso! - voleva essere al massimo, perché Eddie sarebbe arrivato da un momento all'altro.

Stava viaggiando per lavoro a Singapore e lui e Gretchen avevano concordato che lei avrebbe preso un volo lì e si sarebbe registrata in un hotel la notte in cui sarebbe arrivato.

Da un momento all'altro ...

Gretchen era un po 'nervosa. Si alzò e andò in bagno. Di fronte al grande specchio, si mise in posa per il doppio bicipite e fece il broncio con la bocca. Sì, sembrava buono. Sperava che Eddie pensasse che era abbastanza grande.

Non si erano mai visti ma si erano conosciuti su Facebook qualche mese fa. Eddie era chiaramente ossessionato dalle donne forti e muscolose, che passava tutte le sue giornate a disegnarle. Erano i suoi disegni che Gretchen aveva scoperto. Avevano scoperto che gli piacevano le stesse cose, o meglio, cose opposte. Eddie amava essere piccolo e debole, Gretchen amava essere forte e muscoloso. Gretchen era un po 'più alta e più pesante di Eddie, ed entrambi lo adoravano. I muscoli di Gretchen erano ovviamente molto più grandi di quelli di Eddie. I suoi bicipiti erano solo 31 cm e Gretchen gli aveva chiesto "perché era così piccolo" - qualcosa che aveva eccitato Eddie molto.

Oh Eddie ... pensò. Finalmente un uomo che poteva apprezzare i suoi muscoli e la sua forza. Mentre avevano parlato, i due avevano scoperto di essere incredibilmente compatibili in termini di desideri. Eddie voleva essere sollevato, voleva sentirsi piccolo e indifeso, voleva sottomettersi a Gretchen e forse a volte anche dominato e un po 'ferito da lei. Era tutta musica per le orecchie di Gretchen. Si arrabbiava ogni volta che pensava a tutto questo. Tutto quello che voleva Eddie, lo voleva anche lei. Gli avrebbe mostrato chi era il capo. Lei lo SOVRAPPREZZA ...

Controllò l'ora sul telefono: quasi le quattro, l'ora che Eddie aveva stimato che sarebbe stato lì. Il suo aereo sarebbe dovuto atterrare alle 2.45 e tenendo conto del checkout, dei bagagli e del taxi per l'hotel ... Dio, la tensione era quasi insopportabile. Gretchen pensò a come dovevano essere i primi appuntamenti come questi per altre donne. Potrebbero avere l'ulteriore problema che potrebbero effettivamente temere che il ragazzo che avrebbero incontrato fosse, nonostante il comportamento appropriato e normale online, in realtà un pazzo o un mostro che potrebbe ferirli. Non era un problema per Gretchen, che era abbastanza forte da affrontare due ragazzi.

Tuttavia, è rimasta nervosa. Sentirsi innamorati online, su Facebook, si è tradotto in essere innamorati quando ti sei incontrato? Forse nella vita reale sarebbe stata completamente spenta da Eddie? O lui di lei ... E come si sarebbero salutati? Con un bacio? Un abbraccio?

Si è scoperto che tutte le sue preoccupazioni erano inutili. Quindici minuti dopo, qualcuno bussò alla porta. Non poteva essere Eddie perché avrebbe avuto bisogno di una chiave magnetica per salire al suo piano, e non ne aveva una. Si alzò, andò alla porta e l'aprì.

Era Eddie. Piccolo, adorabile Eddie, e immediatamente vide che era tutto a posto. Era vestito con jeans e una maglietta, una valigia in piedi proprio accanto a lui.

"Ciao Gretchen," disse. C'era un grande sorriso sul suo viso. Credeva che gli piacesse quello che vedeva.

"Eddie! Oh Eddie! Finalmente! Entra!"

Chiuse la porta alle sue spalle, si voltarono l'uno verso l'altro e si abbracciarono. È stato tutto molto fluido e spontaneo.

"Hai fatto un buon viaggio?" Chiese Gretchen dopo che si furono lasciati andare.

"Andava tutto bene," disse Eddie, guardandola a bocca aperta.

Poi ci fu silenzio per un secondo.

"Eddie ..." disse Gretchen. E poi, mise delicatamente le mani sulle spalle di Eddie, spostò Eddie di lato e si chinò. Mise il braccio destro sotto il sedere di Eddie e lo sollevò in quel modo, usando un braccio solo. Vide Eddie deglutire e immaginò che fosse per l'eccitazione.

"Lascia che mi prenda cura di te, piccola mia," disse. "Sei molto leggero, comunque."

"Oh amico, questo è ... meraviglioso", disse Eddie.

"Alza la gamba," disse Gretchen.

Eddie lo fece, e Gretchen gli slacciò la scarpa e la gettò sul pavimento. Poi gli tolse il calzino. Eddie sollevò spontaneamente l'altra gamba e Gretchen ripeté.

"Come ti piace essere trasportato, Eddie? È come se fantasticassi?" Durante le loro chat su Facebook, Eddie aveva menzionato il suo desiderio di essere sollevato e trasportato dalla sua forte Gretchen molto. Sapeva che amava essere sollevato in tutti i modi, e più questi sollevamenti testimoniavano il potere di Gretchen, meglio gli piaceva, aveva detto. Ovviamente andava bene per il bodybuilder, che amava mostrare la sua forza. Aveva pensato che un sollevamento con un braccio fosse un buon inizio.

"È anche meglio," disse Eddie. Gretchen fu felice di notare che la sua voce non era del tutto ferma. Era visibilmente impressionato. Lei lo ama.

Andò alla finestra con Eddie su un braccio

"Ti piace la vista, tesoro?" lei chiese. Era davvero una bella vista. La stanza era lussuosa e costosa, ma avevano pensato che una bella stanza fosse adatta solo per il loro primo incontro.

"Eh, certo," disse Eddie, senza guardare affatto fuori ma guardando da qualche parte in direzione del suo bicipite sinistro.

Gretchen era stupita di quanto fosse confortevole tutto ciò. Si vedevano da cinque minuti, ed ecco che stava già sollevando il bambino come se fosse la cosa più naturale del mondo. Beh, forse è così era la cosa più naturale del mondo. Almeno per loro: un uomo piccolo che amava le ragazze grandi e una ragazza grande che amava gli uomini piccoli e deboli. Cosa potrebbe esserci di più naturale per loro di quello che stavano facendo in quel momento?

Gretchen poteva già sentire il potere e lo stava godendo immensamente. Le piaceva l'espressione stupita e eccitata sul viso di Eddie, i suoi sguardi al suo bicipite e al petto, ei suoi piedi che dondolavano nell'aria.

"Facciamo una passeggiata," disse Gretchen. Senza sforzo si avvicinò al grande bagno e si trovò di fronte all'enorme specchio che c'era.

"Guardaci, Eddie", ha detto. È uscito come un ordine.

Eddie si guardò allo specchio e gemette per l'eccitazione. Poi la grande mano di Gretchen andò in fondo alla maglietta di Eddie. Lo tirò su e su, sopra la sua testa e poi lo lasciò cadere sul pavimento.

"Vediamo il corpicino del mio Eddie," disse. "Guarda."

Mentre Eddie si guardava allo specchio, Gretchen flette il bicipite sinistro e un piccolo grido sfuggì dalla bocca di Eddie.

"Oh mio dio," disse. "Oh mio dio Gretchen! È ..."

"Sì," disse Gretchen. "Come ti avevo promesso. 42 cm." Aveva detto a Eddie che quando si sarebbero incontrati, questa sarebbe stata la dimensione del suo bicipite.

"L'hai fatto ... proprio come volevi." Eddie voleva chiaramente toccare il bicipite, ma si stava trattenendo. A Gretchen piaceva. Voleva prima dare il permesso, ma lo aveva lasciato sudare un pochino prima di farlo.

"Tutto per te piccola. Allenamenti bicipiti tutti i giorni negli ultimi sei mesi."

"42 cm sono più di 16 pollici, giusto?

"Suona bene," disse Gretchen.

"Oh, sei così grande. Non ci sono quasi donne sul pianeta più grandi di te", disse Eddie.

"Hai capito bene. E non molti uomini sono piccoli come il mio Eddie. Ho 80 kg adesso. Cosa sei tesoro?"

"Io sono 62 kg."

"Mmmmmmmm. Con i bicipiti da 32 cm ancora"

"31, in realtà."

"Oh piccola. Mia debole, piccola, piccola. Toccala adesso."

Eddie mise la mano sul bicipite sinistro di Gretchen e sussultò di nuovo. Sotto la sua mano, Gretchen flette e rilassava il grosso muscolo. Ecco, finalmente, un uomo - o forse, nonostante la sua età, "ragazzo" era una parola migliore per la piccola creatura - che apprezzava il fisico di Gretchen e il suo potere. No, apprezzato non era la parola giusta.

Dalle conversazioni online, Gretchen sapeva che lui adorato esso. Ne ero ossessionato. L'ho adorato. Quello era il ragazzo che aveva sempre sognato. Qualcuno che sapeva cosa ci voleva per costruire un corpo come questo e che voleva sottomettersi ad esso. Qualcuno che poteva sopraffare e soffocare e, se entrambi lo volevano, schiacciare con i suoi muscoli. Ooooooh

Gretchen si sentì bagnare solo pensando a queste cose.

"Questo è semplicemente incredibile", ha detto Eddie. "Così bello, non posso ... non posso ... oh mio dio ..."

«So che ora hai parole, mio ​​piccolo Eddie. Hai aspettato questo momento per tutta la vita. Divertiti. Non c'è bisogno di dire qualcosa. Continua a toccare, ammirare, adorare ... "

"Oh si…"

Eddie poi flette il bicipite sinistro, lo tenne il più vicino possibile a quello di Gretchen e la guardò. Gretchen non aveva bisogno di parole da lui per sapere cosa voleva. Glielo avrebbe dato ...

"Oh mio bambino", ha detto, "il mio povero bambino. Vuoi confrontare? Vuoi confrontare il tuo braccio con il braccio di una ragazza che si allena cinque giorni alla settimana negli ultimi nove anni? Vuoi vedere quanto sei più piccolo e più debole di me? "

"Oh sì ... sì ..." Gli occhi di Eddie stavano supplicando, sembrava quasi piangere per l'eccitazione.

"31 cm contro 42, piccola," disse Gretchen con voce seducente. "Ciò significa che il mio bicipite è il trenta percento più grande del tuo." Ha sorriso. "Ma lascia che ti dica un segreto." E poi spostò facilmente il ragazzo un po 'più vicino a lei, in modo che il suo orecchio fosse vicino alla sua bocca.

"Il 30 percento più grande, ma almeno il 200 percento più forte", sussurrò all'orecchio di Eddie.

Questa volta Eddie gemette come se stesse per venire lì per lì. Gretchen dovette ridere.

“Ti eccita, piccola? Ti eccita quando ti parlo in questo modo? Quando ti dico quanto sono più grande e più forte di te? "

"Sì," piagnucolò Eddie. Sembrava completamente fuori controllo, pazzo di desiderio per i suoi muscoli. Gretchen lo adorava.

Gretchen tornò nella stanza principale, portando ancora Eddie su un braccio. Poi lo mise su un lato del letto, in modo che ci fosse seduto sopra. Successivamente, fece un passo indietro e si piegò per lui.

"Giochiamo", ha detto.

per essere continuato



Risposte 2

Rupratul
Rupratul

17 Marzo 2017

Ottimo inizio per una storia avvincente :) Hai dita magiche, James - nel disegno o nella scrittura - e sempre così pieno di idee affascinanti! Mi piace quando le ragazze muscolose, potenti, autorevoli, autorevoli e sicure di sé sono così calorose nel cuore e così caldamente amorose verso i piccoli maschi carini dal cuore puro che desiderano :) Per favore continua a scrivere quando puoi gestire il tempo :)

Ed Muscluv
Ed Muscluv

10 Marzo 2017

mi è davvero piaciuto, ben fatto! Per favore scrivi di più! In attesa della prossima parte e di altre storie di testo che potresti scrivere!

Lascia un commento

I commenti saranno approvati prima della pubblicazione.